Pizza non stop per aiutare la giovane Madalina

In Darsena Pop Up iniziativa benefica organizzaTa da quattro pizzaioli. La ragazza è malata di leucemia

madalina(1)Dodici ore di pizza, sfornata una dietro l’altra, in Darsena Pop Up. L’originale iniziativa ha uno scopo benefico: aiutare. una ragazza e madre di 24 anni. Si chiama Madalina Andreia Nistor, è malata di leucemia. La giovane è in cura al Santa Maria della Misericordia di Perugia.

Quattro pizzaioli della zona hanno così deciso di lanciare questa iniziativa benefica e hanno trovato il sostegno fondamentale dell’Ail (Associazione italiana contro la leucemia) e del Comune di Ravenna. Molto prezioso è stato il loro supporto logistico e organizzativo. Durante la manifestazione porterà il suo saluto il sindaco Michele De Pascale (o un rappresentante dell’amministrazione comunale) e il presidente dell’Ail di Ravenna, Alfonso Zaccaria.

I pizzaioli coinvolti sono Daniele Pretolani (titolare della pizzeria La Luna nel Pozzo di Mezzano) insieme ad altri tre pizzaioli della famiglia Grittani: i fratelli Christian e Pietro insieme al cugino, Pietro (i due sono omonimi). I tre lavorano in altrettante pizzerie di Ravenna: il primo è titolare di Frankpizz, il secondo lavora dal padre nella pizzeria Zio Frank e il terzo è dipendente della pizzeria La Mia Patria.

Saranno loro, aiutati dai rispettivi staff, a lavorare dodici ore non stop in Darsena Pop Up e a sfornare pizze margherita. Il ricavato andrà totalmente devoluto ai genitori di Madalina, da sempre residenti a Mezzano, che hanno perso i rispettivi lavori per stare vicino alla figlia e al nipotino. L’evento si terrà il 31 maggio, dalle 12 alle 24.